fb.    in.    be.    pt.

L’Albero delle luci – Restauro e Restyling dell’opera

L’albero delle luci è un opera radicata nel territorio carugatense da ormai 15 anni. L’opera è stata realizzato da Claudio Onorato, in risposta all’esigenza dell’amministrazione comunale di conservare la memoria storica di uno degli alberi più antichi della città (150 anni di età), morto improvvisamente durante i lavori di ristrutturazione della sede comunale.

Da qui la sfida del comune e del progettista: trasformare il cedro in un opera scultorea, o meglio, in un opera di design. Unico valore aggiunto: la luce. Simbolo di continuità e di vita.

Si tratta di un’ installazione unica nel suo genere, antesignana a molte altre realizzate negli anni a venire in molti comuni italiani, e all’estero, atta a conservare la memoria collettiva e a consolidare il legame dei cittadini con il territorio. Il cedro del Libano, con il suo fascino esotico e monumentale, si inserisce in un periodo storico ben preciso, che risale al tempo delle ville patrizie con i loro magnifici giardini.

Il restauro dell’albero, è stato realizzato con la tecnica del Kintsugi. Si tratta di una pratica giapponese che consiste nell’utilizzo di oro liquido per la riparazione di oggetti in ceramica, usando il metallo per saldare assieme i frammenti. La pratica nasce dall’idea che dall’imperfezione e da una ferita possa nascere una forma nuova di perfezione estetica.
Nel nostro caso specifico sono state rivestite di foglia d’oro tutte le ghiere metalliche, che erano completamente arrugginite, e le parti del tronco o delle branche ammaloratesi nel tempo, a sottolineare che l’intervento in oggetto è un intervento di ordine funzionale estetico filosofico.

Per festeggiare i primi 15 anni di vita dell’Albero delle luci, è stato rifatto interamente l’impianto di illuminazione, passando dalla luce “normale” alla Luce led Fosilum colorata, che, non solo permette un incomparabile risparmio energetico, ma parimenti abbatte i costi di manutenzione in quanto le lampade led hanno durata di gran lunga superiore rispetto a quelle tradizionali (50.000 ore). In perfetta concordanza con la politica di rinnovamento di quasi tutti i comuni, tra cui anche Milano, che stanno modificando tutta l’illuminazione pubblica a favore del led.
Durante l’intero periodo Expo Milano 2015, le luci dell’albero verranno regolate sui colori giallo e verde, proprio a sottolineare il tema dell’alimentazione e dell’energia per la vita.